21 Gennaio 2019
0
Comunicato Stampa S.P.I.A.R./A.I.FI Regione Sicilia

S.P.I.F. A.R./A.I.FI REGIONE SICILIA INCONTRANO I  DEPUTATI 5S
Nella giornata del 20 gennaio 2019, in seno all’incontro Provinciale SPIF AR Trapani, organizzato dal segretario provinciale M. Pipitone, per la condivisione tra i colleghi di tematiche sindacali di categoria dei livelli Provinciale, Regionale e Nazionale, si è svolto un incontro dibattito sul tema della “sanatoria” adottata dal Governo, con la legge di bilancio appena licenziata dal Parlamento.

All’incontro hanno preso parte per lo SPIF AR il Segretario Regionale F. Locicero, il Vice Segretario Nazionale SPIF AR R. Ferrara ed il Tesoriere Nazionale F. Bisesi, per l’A.I.FI. Sicilia il Presidente Regionale F. Piazzese ed il vice Presidente Regionale R. Fiolo. Sono inoltre intervenuti i deputati nazionali Onorevoli G. Trizzino e Onorevole V. Martinciglio che, hanno descritto le motivazioni ed il percorso che ha portato all’approvazione della “SANATORIA”.
L’incontro ha visto la partecipazione di numerosi colleghi, i quali hanno avuto modo di interagire con gli Onorevoli mostrando il proprio malumore e disappunto per la legge approvata.

I rappresentanti di SPIF AR ed A.I.FI. Sicilia hanno sottolineato ai presenti come la loro azione è e sarà portata avanti di comune accordo tra di loro nel pieno rispetto dei reciproci ruoli e delle proprie competenze, precisando che la presenza dell’ uno non esclude l’altro ma ne potenzia la spinta propulsiva.
Il dibattito con i deputati è andato avanti non senza forti contrapposizioni, pur nel rispetto delle posizioni di ciascuno. Sia SPIF AR che A.I.FI. Sicilia hanno mostrato il loro forte disappunto nei confronti della “SANATORIA” voluta dalla maggioranza di Governo, disappunto che non nasce da pregiudizi ma semplicemente dal fatto che la legge rappresenta un pregiudizio ed una discriminazone nei confronti di coloro che si sono formati nel rispetto di quanto previsto dalle norme per l’accesso ai percorsi universitari al fine di ottenere un titolo abilitante e nel rispetto delle leggi vigenti senza ricorrere a scorciatoie.

Il dibattito si è protratto a lungo, con numerosi interventi dei partecipanti e con l’auspicio che si possa porre rimedio nel breve tempo. L’On. Trizzino, insieme all’On. Martinciglio, hanno riconosciuto che i tempi stretti per giungere alla definizione del provvedimento non sono stati certo di aiuto, e si sono dichiarati disponibili ad affrontare la questione individuando un percorso che possa condurre ad una soluzione ottimale per tutti.

Il dibattito si è protratto a lungo, con numerosi interventi dei partecipanti e con l’auspicio che si possa porre rimedio nel breve tempo. L’On. Trizzino, insieme all’On. Martinciglio, hanno riconosciuto che i tempi stretti per giungere alla definizione del provvedimento non sono stati certo di aiuto, e si sono dichiarati disponibili ad affrontare la questione individuando un percorso che possa condurre ad una soluzione ottimale per tutti.